UDINE, PREMIO SGORLON: ‘I GIOVANI HANNO BISOGNO DI VERITA”

‘Dite sempre la verità ai giovani. I giovani ne hanno bisogno. Non vanno imbrogliati. Serve dare loro onestà’.
E’ con questa frase che si riassume, forse, tutto il senso del Premio intitolato a Carlo Sgorlon che, oggi, alla sua seconda edizione, a Palazzo Antonini, sede dell’Università di Udine, ha visto decretare, dal comitato in onore dello scrittore friulano, i giovani vincitori: ragazzi delle scuole superiori. Nicole Turello (prima classificata) Alessandro Perabò (secondo classificato), Marianna Carlotta Cinti, per le categorie saggistica e narrativa, sono risultati i migliori. In tutto sono giunti 24 elaborati per la selezione, da 10 differenti scuole. Il Premio si propone di ricordare l’opera di Sgorlon scomparso prematuramente, in lingua italiana e in friulano, che si è distinta in ambito nazionale e internazionale, promuovendo in particolare lo studio, la riflessione e la divulgazione alle nuove generazioni.
sgorlon1

sgorlon4

La cerimonia, dopo il saluto delle autorità, fra cui quello del sindaco di Udine, Furio Honsel, ha visto gli interventi del presidente del comitato “In onore di Carlo Sgorlon”, Roberto Siagri; della moglie dello scrittore, Edda Agarinis e di altri convenuti.
Il premio è sostenuto e patrocinato da Fondazione Crup, Fondazione Pordenonelegge.it e Provincia di Udine. Gode inoltre del patrocinio dei Comuni di Cassacco e di Udine, della Regione Friuli Venezia Giulia, della Società filologica friulana e dell’Università di Udine che, nel 2007, gli conferì la laurea honoris causa in Scienze della formazione primaria.
‘Sgorlon ha saputo rompere i consueti schemi legati alla letteratura dell’epoca – ha spiegato Siagri – è stato un innovatore, ben interpretato, tanto che, non solo la critica, ma anche il pubblico gli ha dato ragione. Ecco cosa significa innovare. Sapeva di essere solo o quasi. Servono solide radici, come quelle create da Sgorlon, per viaggiare veloci sulle autostrade del futuro’.
sgorlon3
La giuria del Premio era composta da: Roberto Siagri (presidente), Francesca Musto (Provincia di Udine), Oldino Cernoia (vicepresidente della Fondazione Crup), Gilberto Pizzamiglio (Marsilio Editore), Federico Vicario (presidente della Società filologica friulana), Fabiana Savorgnan Cergneu di Brazzà (curatrice del premio), Marco d’Agostini, Franco Fabbro (Università di Udine). La segreteria organizzativa è tenuta da Giada Zufferli.

Francesca SchenettiUDINE, PREMIO SGORLON: ‘I GIOVANI HANNO BISOGNO DI VERITA”