ONDULATI ED IMBALLAGGI DEL FRIULI PUNTA ANCHE ALL’E COMMERCE CON PEZZI ‘SPECIALI’ PER L’IMBALLAGGIO

Ondulati ed imballaggi del Friuli, azienda che fattura 59 milioni di euro, 240 dipendenti, con la lavorazione del cartone ondulato per la creazione di imballaggi, punta anche sull’e-commerce e si inventa www.odfshop.com o punto it. Settantamila tonnellate di carta utilizzata per le produzioni, nel corso di un anno. Clienti come Ikea, a cui hanno dedicato un intero stabilimento produttivo: uno dei due presenti a Villesse (Go). Un presidio produttivo si trova anche a Carnia, nel Comune di Venzone, la porta di accesso all’area montana. Ed ora, l’idea di puntare sul commercio on line, incentivando la vendita di alcune tipologie specifiche di prodotto, come i cartoni per il contenimento della pizza da asporto. Perché il trend dell’imballaggio è l’utilizzo, il più possibile del cartone, l’eliminazione del polistirolo, ed il minimo utilizzo della plastica, anche nelle famose bag in box. E’ Federico Gollino, classe 1974, a capo, dell’azienda di famiglia. Tolmezzino. Fa, ogni giorno, Villesse-Tolmezzo. ‘Torno a casa alle 19, di solito’ afferma.

Sempre più carta, e meno plastica e tutti i suoi derivati: questo è il trend?  Esattamente, ed è così, in modo sempre più massiccio. Già da un paio di anni stiamo assistendo a questo nuova visione della tutela ambientale.
Quindi, borse di carta, sacchetti di carta? Ebbene sì. Per noi che lavoriamo la carta è un business importante, nel quale crediamo.
Siete dotati di linee di produzione altamente efficienti e tecnologiche: quanto incidono i vostri ammortamenti? Molto. E lo sappiamo: siamo coscienti che una delle nostre linee costa anche 6 milioni di euro.
Quanto è entrata la digitalizzazione e la tecnologia nei vostri impianti, la stampa digitale? Stampiamo ancora alla ‘vecchia maniera’, ma questo non vuol dire accuratezza di precisione. Realizziamo imballaggi, ad esempio per le bottiglie, che devono entrare in linee di imbottigliamento. Per intenderci: non si può bloccare la linea perché abbiamo tagliato male il cartone d’imballaggio.
Perché la decisione di puntare sull’e-commerce con odf punto com? Ci rivolgiamo ad una nicchia di consumatori: color i quali possono essere interessati a pochi pezzi cosiddetti speciali, come i cartoni per la pizza. E lo facciamo con la vendita on line.
Quale è il vostro primo cliente? Sicuramente Ikea. Uno dei nostri stabilimenti, il Villesse2, praticamente lavora solo per la multinazionale svedese.

Secondo quanto sottolinea l’Unione Europea: il 65% dei materiali d’imballaggio dovrà essere riciclato entro il 2025 e il 70% entro il 2030. 

ANTEPRIMA assemblea all’assindustria

RedazioneONDULATI ED IMBALLAGGI DEL FRIULI PUNTA ANCHE ALL’E COMMERCE CON PEZZI ‘SPECIALI’ PER L’IMBALLAGGIO