DALL’AVA A STELLE E STRISCE, IL CRUDO DOK NEGLI USA

Dok Dall’Ava è pronta a “scommettere” con forza ancora maggiore sul mercato americano. Lo annuncia Carlo Dall’Ava – da San Francisco (California, Usa) dove si trova per il Winter Fancy Food Festival – amministratore delegato dell’azienda friulana specializzata nella produzione di insaccati di qualità, in particolare del prosciutto, apprezzato su scala internazionale. «La nostra quota di export – svela l’imprenditore – si attesta attualmente sul 40-45%, ma per il 2019 contiamo di arrivare al 50%».

In questo contesto, potrà rivelarsi ancor più strategico il mercato degli Usa. «Siamo presenti in America da una decina d’anni, grazie alla base in Pennsylvania dalla quale distribuiamo poi nei vari Stati. Non vendiamo direttamente, ma ci appoggiamo a distributori locali – specifica Dall’Ava -. Il 10% del mercato estero del nostro prosciutto è legato proprio agli States». Una piazza non facile, ma che la società friulana, capace di un volume di produzione attuale di circa 30.000 cosce all’anno nello stabilimento di San Daniele del Friuli, cura con attenzione. E gli effetti si vedono: «È un mercato complicato, ma premiante. Per farsi apprezzare è necessario trasmettere la corretta percezione della qualità: non basta dirglielo, è necessario farla “toccare con mano”, raccontando il modo in cui nasce il prosciutto – specifica l’ad -. Non è una questione di costo: se un prodotto è buono, il prezzo “arriva da solo”. Non è una guerra al ribasso, come in Italia».

E sono proprio gli Stati Uniti la meta di questa missione commerciale di Dok Dall’Ava, pronta a partecipare al Winter Fancy Food Festival, importante rassegna gastronomica che si è svolta a San Francisco dal 13 al 15 gennaio 2019: «Siamo nella West Coast – conclude Carlo Dall’Ava –anche con la “Grappa Pie Gubana”, un prodotto che piace tantissimo e che proprio in questa manifestazione è stata richiesta lo scorso anno». L’azienda, oltre al celebre prosciutto, dal 2012 ha dato vita anche alla linea di prodotti da forno “Maria Vittoria Bakery” a Ponte San Quirino (Udine).

RedazioneDALL’AVA A STELLE E STRISCE, IL CRUDO DOK NEGLI USA