BRETON, FAVARO: ‘LA TECNOLOGIA DARA’ MAGGIOR BENESSERE AI LAVORATORI’

Enrico Favaro è a capo del segmento tecnologico per Breton, con sede in quella culla veneta (Castello di Godego, Treviso) che tanto offre dal punto di vista dell’industria manifatturiera. Breton è un colosso: 270 milioni di fatturato, 900 dipendenti, con 150 persone attive solamente nella divisione tecnica; impegnata nella lavorazione della pietra.

‘L’uomo è la vera risorsa, la tecnologia può solo aiutare’ sottolinea Favaro. ‘Di più la trasformazione digitale consente un giovamento di tipo professionale a coloro che sono impegnati nell’utilizzo della tecnologia applicata. Serve infatti una fortissima professionalità per la gestione ed il controllo delle macchine. Il tutto per un importante servizio che guarda al benessere delle persone’. Infatti, forse poco si parla del fatto che lo sviluppo tecnologico consentirà l’eliminazione, almeno in parte e per il momento, di figure professionali che non garantiscono ruoli stimolanti, come può essere la catena di montaggio o il controllo qualitativo. La macchina potrà sostituire l’uomo in diverse tipologie di mansioni. ‘Molte più persone potranno recarsi al lavoro soddisfatte di ciò che andranno a fare’.
Un altro tema estremamente attuale dal punto di vista tecnologico, è quello dell’intelligenza artificiale, ovvero la capacità della macchina di svolgere ragionamenti e funzioni ‘intelligenti’. ‘In Breton, l’intelligenza è nella raccolta del dato’ spiega Favaro.

Come vede lo sviluppo digitale in Italia?
‘In Italia abbiamo avuto una buona risposta all’utilizzo degli incentivi per la digitalizzazione. Sono state colte le opportunità, anche se in parte. Il Governo ritengo che debba continuare a guardare in questa direzione. Serve supportare forse di più le aziende che fungono da traino all’economia italiana. Sarebbe fondamentale creare relazioni forti con altri Paesi, da un punto di vista politico. Non siamo secondi a nessuno, per molti aspetti. Imprese ed imprenditori se intravedono una opportunità non hanno paura di investire’.

RedazioneBRETON, FAVARO: ‘LA TECNOLOGIA DARA’ MAGGIOR BENESSERE AI LAVORATORI’