SAURIS, LA FESTA DEL PROSCIUTTO CAPACE DI FORTE INDOTTO

Un evento capace di portare grandi numeri in una piccola location. Ritorna, nei weekend del 13-14 e 20-21 luglio “Sauris in Festa”, l’apprezzata kermesse che ha come protagonista indiscusso il prosciutto, delizia che sa conquistare grandi e piccini. Degustazioni, mercatino artigianale e intrattenimento animeranno questo piccolo lembo di Carnia dalle 10 in poi. Bastano i numeri a certificare l’importanza assunta dall’evento: si stima che, nei due fine settimana, a Sauris salgano 20.000 persone, distribuite quasi equamente tra sabato e domenica; molti provengono dall’Austria (mediamente, dalle 6 alle 9 corriere a weekend), attratti dal gusto speciale di sua maestà il prosciutto, ma non mancano visitatori da Friuli, Veneto e Nord Italia.

 

 

È anche l’indotto a trarre grosso beneficio dalla Festa del prosciutto: i 400 posti letto delle strutture alberghiere sono sold out e vengono prenotati addirittura con un anno di anticipo. Tutto esaurito anche nell’area del campeggio, con 60 camper in arrivo per partecipare all’evento. È una macchina rodata, quella che si occupa dell’organizzazione di “Sauris in Festa” e che vede le associazioni del territorio in prima linea con l’organizzazione dei chioschi gastronomici: Pro loco, Sci Club, coro e alpini lavorano alacremente  alla perfetta riuscita della manifestazione e, da qui, ne ricavano fondi preziosi per finanziare le loro attività. Insomma, un appuntamento che ha anche una connotazione sociale. Per servire al meglio gli ospiti, sono circa 150 le persone, dislocate in vari turni di lavoro, pronte a scendere in campo.

 

«La Festa del prosciutto è sempre un momento di condivisione di sapori, profumi e bellezza paesaggistica di un angolo incantato come Sauris. È una promozione del territorio capace, da sempre, di fornire ottimi riscontri e di questo siamo ancora più felici» è il commento di Stefano Petris, amministratore delegato di Wolf, l’azienda che, oltre a tutte le altre specialità come lo speck o la soppressa, è l’unica realtà autorizzata a produrre il prosciutto di Sauris Igp. E nei giorni dell’evento, come da tradizione, è pronta a promuovere il suo “porte aperte”, la visita guidata al prosciuttificio di Sauris di Sotto, per osservare da vicino come nascono le prelibatezze di questa eccellenza locale. I visitatori interessati avranno la possibilità di accedere allo stabilimento in turni da 30 minuti circa (per info: 0433/86054).

RedazioneSAURIS, LA FESTA DEL PROSCIUTTO CAPACE DI FORTE INDOTTO