DA TARVISIO ALLA SCUOLA DI WARMBAD PER DIVENTARE MANAGER DI HOTEL: IL SOGNO DI MICHELE

Da Tarvisio in Austria, con in tasca il sogno di fare il manager di un hotel. È l’aspirazione che anima Michele Buzzi, studente di 22 anni originario del capoluogo della Valcanale pronto, il prossimo settembre, a completare i suoi due anni di studio post diploma, diventando così un esperto del settore turistico.

Il giovane tarvisiano coltiva da tempo l’aspirazione di gestire un albergo e, per prepararsi ad hoc, ha scelto un’eccellenza carinziana: è il Kärntner Tourismusschulen Warmbad Villach, un polo formativo di altissimo livello e meta, quindi, anche di studenti italiani.

L’istituto propone due corsi: il primo è dedicato ai ragazzi che devono ancora diplomarsi e dura cinque anni; in alternativa, come accade per Michele, offre un percorso diverso dedicato a chi il diploma lo ha già e vuole arricchire ulteriormente il proprio bagaglio di conoscenze. Al termine del ciclo di apprendimento, l’allievo sarà in grado di ricoprire le più svariate mansioni nel settore della ricettività, dal cameriere al barman, dal cuoco al manager di hotel come accadrà proprio per Buzzi.

A confermare il successo del Kärntner Tourismusschulen Warmbad Villach sono i numeri: oggi la scuola conta su circa 450 iscritti, provenienti da tutte le parti del mondo, forte anche di una consolidata tradizione lunga mezzo secolo per il percorso biennale e di tre decenni per il college che dura cinque anni. «Il nostro “segreto” è semplice: siamo una realtà che punta sulla massima qualità nella preparazione – commenta Gerfried Pirker, preside dell’istituto – e, così, offriamo concreti sbocchi nel mondo del lavoro al termine del ciclo di studi. Teoria e pratica vanno di pari passo in una sinergia vincente. Lo dicono i risultati». Le materie contemplate coprono un ampio ventaglio di sfumature della professione turistica: non soltanto formazione per le figure indispensabili per mandare avanti un hotel, ma anche marketing in inglese (la docente è Sonja Schustenitsche) e anche lingue diverse come italiano e francese, insegnate da Walhanal Karnel.

Tra i punti forti ci sono anche gli importi contenuti delle rette: il costo va da 1.050 euro all’anno fino a 3.700 euro per chi gode di vitto e alloggio nella scuola. Un investimento sul futuro dei ragazzi destinato a ripagarsi da solo. Intanto, l’istituto guarda avanti e pensa già alla fiera di novembre nei locali interni della Kärntner Tourismusschulen Warmbad Villach, durante la quale sarò presentato il percorso formativo, consentendo a domanda e offerta di incontrarsi. Un istituto che pensa al futuro e ha ancora molta voglia di crescere.

RedazioneDA TARVISIO ALLA SCUOLA DI WARMBAD PER DIVENTARE MANAGER DI HOTEL: IL SOGNO DI MICHELE