FRULI INNOVAZIONE: SCARPA ‘UDINE PUO’ DIVENIRE CAPITALE DELL’INNOVAZIONE’

Numeri in crescita per Friuli Innovazione, acceleratore di impresa che gestisce il Parco Scientifico e Tecnologico Luigi Danieli di Udine: il bilancio consuntivo 2017 si chiude infatti con un utile al netto delle imposte di 82.058 euro, segnando così una netta ripresa rispetto al 2016, che aveva invece registrato una perdita pari a 207.000 euro.
Tendenza positiva anche per il valore della produzione, che si assesta a 1.794.000 euro, in aumento del +25% rispetto al 2016 e del +5% rispetto al previsionale di inizio anno.
Bene anche il previsionale per il 2018, che rispetto al 2017 evidenzia una crescita del +20% dei ricavi da progetti grazie soprattutto a quelli europei e del +10% del valore della produzione.

Francesca SchenettiFRULI INNOVAZIONE: SCARPA ‘UDINE PUO’ DIVENIRE CAPITALE DELL’INNOVAZIONE’
Leggi tutto...

LOGISTICA E TRASPORTI, MASOTTI: ‘SERVE UNA EQUIPARAZIONE DEI PREZZI DI AUTOSTRADA E CARBURANTE A LIVELLO EUROPEO. A4, QUANDO CONGESTIONATA: CHIUDERE GLI INGRESSI AI CAMION SUI CONFINI’

Sono nati, con l’azienda di famiglia, nel 1910, ma questo fatto, per Massimo Masotti, amministratore della Masotti Trasporti di Udine, e capogruppo in Confindustria Udine della Logistica e trasporti, comporta parecchia responsabilità. Ebbene sì: ‘Se da diverse generazioni continuiamo a portare avanti l’azienda fondata da mio bisnonno, ciò significa uno sforzo immane, spalmato sul così lungo periodo’ afferma. Senza dubbio. E con gran fortuna: è rarissimo che i figli e i figli dei figli, decidano di rimanere a lavorare in ‘casa’, o che siano predisposti a farlo. Per i discendenti dei Masotti ha funzionato, ed oggi, l’azienda che si occupa principalmente di trasporti di liquidi (più o meno pericolosi) fattura 8,5 milioni e conta 66 persone. Oltre che una flotta di 50 trattori e 50 semirimorchi.

Francesca SchenettiLOGISTICA E TRASPORTI, MASOTTI: ‘SERVE UNA EQUIPARAZIONE DEI PREZZI DI AUTOSTRADA E CARBURANTE A LIVELLO EUROPEO. A4, QUANDO CONGESTIONATA: CHIUDERE GLI INGRESSI AI CAMION SUI CONFINI’
Leggi tutto...

FORMAGGI PEZZETTA E LATTERIA DI OVARO A CANTINE APERTE, A REMANZACCO

Dall’unione di formaggi e vini di qualità può nascere un’esperienza di gusto tutta da scoprire. È un abbinamento stuzzicante quello che il Gruppo Pezzetta di Fagagna e l’azienda Vigne del Malina propongono per sabato 26 maggio, dalle 10, a Orzano di Remanzacco nel contesto di “Cantine Aperte”. I gourmet più esigenti e in cerca di nuove sensazioni al palato potranno degustare tre formaggi vaccini selezionati della Latteria di Ovaro in abbinamento con i calici di ottimi vini: nel dettaglio, si tratta di Formaggio affinato alla menta, formaggio di Latteria di Ovaro semistagionato e formaggio ubriaco al Refosco, da accompagnare con “nettari speciali” quali Chardonnay invecchiato 6 anni o un Refosco di 10 anni.

Francesca SchenettiFORMAGGI PEZZETTA E LATTERIA DI OVARO A CANTINE APERTE, A REMANZACCO
Leggi tutto...

L’AGRICOLTURA COME VOLANO TURISTICO PER LA MONTAGNA

Può l’agricoltura di montagna diventare un volano turistico? Certo che sì! Le potenzialità dei prodotti locali sono enormi, ma occorrono sinergie per una promozione efficace. Una tesi sposata appieno da Luigi Faleschini, noto come Gigi Verdura, pioniere del biologico in Valcanale. Lui, che da sempre punta sulla genuinità di quanto la terra montana sa offrire, indica una via possibile per sviluppare questa idea, coinvolgendo anche altre professionalità delle zone: «I consumatori potrebbero apprezzare molto una degustazione delle nostre specialità di montagna, preparate con arte dagli chef locali – argomenta Gigi -. Unire produttori e ristoratori potrebbe portare vantaggi a tutti, sotto molteplici punti di vista. Occorre fare squadra, nel segno della qualità, e appuntamenti di questo genere potrebbero essere attrattivi per i turisti».

Francesca SchenettiL’AGRICOLTURA COME VOLANO TURISTICO PER LA MONTAGNA
Leggi tutto...

MODULBLOK, AZIENDA CON SEDE NELL’UDINESE E PRESIDIO PRODUTTIVO IN CARNIA, OTTIENE COMMESSA IN AREA SISMICA DA 3,3 MILIONI

Sarà forse una delle aree più grandi in Italia ad avere un magazzino strutturato in scaffalature. E’ quello di una azienda di Sassuolo che opera nel settore ceramica, che ha bandito una gara vinta dalla Modulblok di Pagnacco (Udine), del valore di 3,3 milioni di euro. Lo si apprende dalla stessa azienda friulana che non ha rivelato però l’acquirente per motivi di riservatezza.
L’appalto ha anche un’altra caratteristica: il committente aveva messo a disposizione un budget di 5,5 milioni di euro per questo appalto, che prevedeva, tra l’altro, un’area di scaffali minore. L’offerta depositata invece dalla Modulblok presenta una soluzione innovativa che comporta un costo più basso e un’area maggiore.
L’azienda friulana, fondata nel 1976 e che ha fatto negli anni della sicurezza sul lavoro un elemento peculiare, ha fatturato 27 milioni nel 2017 con un utile di 1,8 mln e commesse per 33 mln, proseguendo un trend di crescita cominciato anni fa. Nella foto: Sara Savio, nell’azienda di famiglia Modulblok, con il direttore dell’Ansa di Trieste, Francesco De Filippo.

Francesca SchenettiMODULBLOK, AZIENDA CON SEDE NELL’UDINESE E PRESIDIO PRODUTTIVO IN CARNIA, OTTIENE COMMESSA IN AREA SISMICA DA 3,3 MILIONI
Leggi tutto...