LAVORAZIONE LEGNAMI (CONFEZIONI IN LEGNO PER VINI FI PREGIO) SI CERTIFICA PEFC E PUNTA NUOVE ACQUISIZIONI; CHIUDE IL 2019 A 12 MILIONI DI FATTURATO

Michele Ianich

Quando l’arte e la creatività si uniscono al fare impresa in modo concreto e decisivo. Accade presso Lavorazioni Legnami: 12 milioni il fatturato, 80 dipendenti, nel cuore dell’area industriale di Tolmezzo. Dove si creano confezioni in legno per vini pregiati. Soprattutto rossi. L’azienda registra un 80% di export indiretto. Ed i preziosi ‘imballaggi’ servono, principalmente a contenere le famose riserve.

A far da guida ai due fratelli, alla terza generazione di imprenditori, Michele e Andrea Ianich: è anche la passione per il buon vino. «Diciamo che aiuta parecchio conoscere il vino che sarà contenuto nei nostri legni» spiega Michele, Ceo di Lavorazioni Legnami. L’azienda esiste da oltre 40 anni, punta però e sempre a rinnovarsi. In modi e con strategie differenti.

«Stiamo guardando con interesse alla Francia, ed al loro modo di lavorare il legno con il cartone – sottolinea ancora Michele – è nostra intenzione fare acquisizioni in questo senso. Quindi: incorporare aziende che fanno questo tipo di attività, che andrebbero a completare il nostro core business. Fra poco, inoltre, le nostre cassette saranno certificate Pefc e Fsc, un nuovo passo in avanti a garanzia della qualità della produzione e del rispetto dell’ambiente».

Il Covid non ha fermato l’attività dell’impresa tolmezzina. «Ne abbiamo risentito, per fortuna, siamo riusciti a continuare a lavorare anche se a ritmo ridotto. Serviamo una nicchia di mercato che speriamo non abbia grossi contraccolpi. Inevitabilmente, è un periodo difficile per tutti noi. Ed in egual modo: sappiamo quanto e come il Covid abbia inciso sul settore Horeca. Soprattutto in Italia. Guardiamo fiduciosi al futuro».

RedazioneLAVORAZIONE LEGNAMI (CONFEZIONI IN LEGNO PER VINI FI PREGIO) SI CERTIFICA PEFC E PUNTA NUOVE ACQUISIZIONI; CHIUDE IL 2019 A 12 MILIONI DI FATTURATO
Leggi tutto...

GRUPPO PEZZETTA: CON MONTASIO DOP E FORMADI FRANT PAT TRA I NOMI DELLA GUIDA “I FORMAGGI D’ITALIA”

Marco Pezzetta: «Lavoriamo esclusivamente latte friulano. Due prodotti che rappresentano al meglio la peculiarità della nostra terra».

Tra le tante criticità che la pandemia da Coronavirus riserva quotidianamente, dal mondo produttivo giungono anche novità positive, uno stimolo per guardare e riprogettare il futuro.
È così che il Gruppo Pezzetta, la realtà secolare attiva nella trasformazione del latte e prodotti caseari nei siti di Fagagna e Ovaro in provincia di Udine, ha accolto la notizia di essere stato inserito nella Guida «I Formaggi d’Italia», la prima guida valutativa sul mondo dei formaggi italiani.
Tra tutte le 56 Dop ufficiali, le 2 Igp e 33 altri formaggi tipici regionali, sono stati selezionati un totale di 91 prodotti caseari e tra questi spiccano il Montasio Dop e il Formadi Frant Pat, il primo, prodotto «esclusivamente con latte friulano», il secondo è il risultato di una creazione artigianale con miscele di formaggi stagionati – racconta Marco Pezzetta, esprimendo il compiacimento di tutta la famiglia per l’importante riconoscimento. «Una doppietta che rappresenta al meglio la tipicità casearia del nostro territorio – prosegue, riferendosi ai due prodotti che hanno valso all’azienda la presenza nella Guida – e la passione con cui quotidianamente ci dedichiamo a garantire prodotti sicuri e di alta qualità». Risultati che racchiudono anche il valore di due ambienti naturali tipici del Friuli: la montagna di Ovaro, dove si trova il caseificio «Artelatte» e le colline di Fagagna, nel cui particolare microclima avviene la stagionatura dei prodotti.
«Siamo orgogliosamente legati alla filiera lattiero-casearia del nostro territorio – conclude Pezzetta –, tanto che abbiamo convintamente aderito al progetto “Io comproFvg” promosso dal Cluster per sostenere il settore pesantemente colpito dalla crisi generata dalla pandemia da Covid-19».

RedazioneGRUPPO PEZZETTA: CON MONTASIO DOP E FORMADI FRANT PAT TRA I NOMI DELLA GUIDA “I FORMAGGI D’ITALIA”
Leggi tutto...

IL FRIULI VA IN TAVOLA A MILANO

Inarrestabile l’attività del ristorante milanese, L’Osteria della Stazione – L’Originale che porta il Friuli Venezia Giulia direttamente sulle tavole della città meneghina.
In tempo di Coronavirus, la cucina di L’Osteria della Stazione – L’Originale arriva nelle case dei residenti milanesi, delle zone 2 e 3, con l’oste Gunnar Cautero, nel pieno rispetto dei presidi disposti ANTI-COVID-19.
Il menù sposa come sempre la cucina friulana con quella lombarda e propone, oltre all’immancabile frico, una selezione di salumi friulani, un primo piatto tipicamente lombardo – il riso al salto – tre secondi piatti e due dessert all’insegna del Friuli, la gubana e lo strudel, oltre a una selezione di vini e birre friulane.
Con un occhio sempre attento alla solidarietà, Cautero ha voluto in questo particolare momento dare un suo personale contributo ai medici e infermieri dell’ASST Grande Ospedale Metropolitano Niguarda con una raccolta fondi per acquistare dispositivi di protezione destinati al personale sanitario.
Lo storico locale meneghino, situato in via dei Popoli Uniti, a due passi dallo scalo ferroviario, è gestito da quasi 8 anni dall’udinese Gunnar Cautero e propone pietanze composte almeno al 70% di materia prima proveniente dal Friuli Venezia Giulia.
Il ristorante è presente nell’autorevole guida “I Cento di Milano” realizzata e pubblicata dalla casa editrice Edt.

RedazioneIL FRIULI VA IN TAVOLA A MILANO
Leggi tutto...

RIEL: NUOVA LIVREA PER GLI AUTOARTICOLATI, UN INNO ALLA FORZA DEL FRIULI

 

Nuova livrea per gli autoarticolati Riel. L’azienda, attiva nel settore delle telecomunicazioni ha voluto lanciare un messaggio forte a tutta la comunità, a cui sente di appartenere: il Friuli Venezia Giulia. Nei momenti difficili, più gravi essi sono, in modo maggiore, emerge il senso di appartenenza territoriale. Sembra quasi che il riconoscersi parte di un territorio trasmetta un senso di sicurezza e protezione.
Ed è proprio richiamandosi all’identità culturale che Riel ha voluto dare, in questo particolare momento di emergenza, il suo personale sostegno al territorio friulano, dotando i suoi automezzi di una nuova livrea: “FUARCE FRIUL”, forza Friuli, un incoraggiamento, un’esortazione, quasi un inno. A dare più forza a questo messaggio, non poteva mancare uno dei simboli più inconfondibili del Friuli, la sua bandiera.
Questo incitamento a non arrendersi, scritto in una lingua propria di un popolo, ha sicuramente un grande valore, soprattutto per una terra spesso martoriata da grandi tragedie.
‘Crediamo nel nostro popolo e nella nostra terra – afferma Marco Neopensi, Ceo di Riel – per questo abbiamo deciso di scriverlo, di metterlo nero su bianco, sui nostri mezzi pesanti che circolano, ogni giorno, per le strade del Friuli Venezia Giulia e non solo. Siamo vicini alla nostra gente. Il senso di appartenenza, in questo preciso momento storico, riteniamo sia molto importante, da non sottovalutare. Sentendoci uniti e solidali verso una causa: possiamo fare tanto e superare questi giorni difficoltosi per tutti’.

RedazioneRIEL: NUOVA LIVREA PER GLI AUTOARTICOLATI, UN INNO ALLA FORZA DEL FRIULI
Leggi tutto...

SETTORE LOGISTICA E TRASPORTI, ANCHE PER LE DONNE BRILLANTI CARRIERE. LA TESTIMONIANZA DI ANGELA D’AGARO

Lei è Angela D’Agaro una ragazza coraggiosa e determinata. Ventiquattro anni, neolaureata in ingegneria gestionale. Con un periodo di studio in Canada, a Montreal, ed un altro, di lavoro, in Polonia, presso una impresa di logistica e trasporti. Lei è parte del team di D’Agaro Autotrasporti, azienda con sede ad Amaro (Ud), nel comparto industriale del Carnia Industrial Park, alla cui guida c’è il padre: Angelo. Quarantacinque mezzi di trasporto, per una quarantina di autisti. Un ambiente prettamente maschile che, però, non pregiudica la realizzazione personale e professionale anche di una donna. Angela D’Agaro è infatti la sola donna fra gli addetti dell’azienda. Anche e proprio per questo si sente di lanciare un monito.

RedazioneSETTORE LOGISTICA E TRASPORTI, ANCHE PER LE DONNE BRILLANTI CARRIERE. LA TESTIMONIANZA DI ANGELA D’AGARO
Leggi tutto...