LE ARTI CULINARIE DELLA VALCANALE VANNO IN TV

Sapori, profumi e meraviglie della Valcanale ancora sotto l’occhio delle telecamere nazionali. È accaduto mercoledì 20 febbraio, quando a Tarvisio è giunta una troupe per filmare la nascita di una ‘magia’ culinaria che affonda le sue radici proprio in questo lembo di Friuli. Al ristorante Valle Verde di Tarvisio, a un passo dalle piste da sci, i professionisti hanno immortalato la preparazione di un piatto a base di salmerino, pescato nel lago di Fusine, affumicato con legno di pino mugo e impreziosito dagli straordinari sapori della produzione di Luigi Faleschini, noto come Gigi Verdura.

RedazioneLE ARTI CULINARIE DELLA VALCANALE VANNO IN TV
Leggi tutto...

LA NOVITÀ WOLF PER IL NATALE 2018 È LO STINCO DI SAURIS COTTO ALLA BRACE

Cresce ancora, con una gustosa novità che si sposa a pennello con l’imminente Natale, il catalogo della Wolf di Sauris. La storica azienda carnica, specializzata nella produzione di insaccati di qualità, lancia infatti lo Stinco di Sauris, cotto alla brace e proposto in una pratica confezione capace di fornire anche un aiuto a chi ha poco tempo per mettersi ai fornelli. Negli scorsi mesi, Wolf ha messo a punto e affinato il prodotto, poi commercializzato “sperimentalmente”, in una prima fase, nel suo punto vendita saurano.

RedazioneLA NOVITÀ WOLF PER IL NATALE 2018 È LO STINCO DI SAURIS COTTO ALLA BRACE
Leggi tutto...

A KLAGENFURT (Austria), SUL LAGO: LE ‘GIORNATE DELLA CUCINA ALPE ADRIA’

Un delizioso e versatile tocco di Friuli alle “Giornate della cucina Alpe Adria”. A portarlo, nel pieno centro di Klagenfurt am Wӧrthersee, è Asperum, il pregiato balsamico che nasce nell’acetaia della famiglia Midolini, a Manzano. Nel contesto dell’apprezzata fiera allestita nella località in Carinzia, Land (regione) dell’Austria, il prodotto friulano sarà utilizzato in abbinamento con altre specialità, per dar vita a un connubio di sapori straordinari in grado di esaltare e far brillare ancor di più di luce propria la cucina italiana.

RedazioneA KLAGENFURT (Austria), SUL LAGO: LE ‘GIORNATE DELLA CUCINA ALPE ADRIA’
Leggi tutto...

ERBE SPONTANEE, UNA GRANDE RISORSA PER FAR CONOSCERE IL TERRITORIO. PAROLA DI ‘GIGI VERDURA’ E DEL PRESIDIO SLOW FOOD ‘RADIC DI MONT’

Anche un corso sulle erbe selvatiche spontanee, presenti in montagna può essere un ottimo viatico per far conoscere il territorio e le sue peculiarità. Infatti, è ennesimo il successo per ‘GustErbe Day’. L’iniziativa organizzata di recente dal gruppo di produttori appartenenti al presidio Slow Food ‘Radic di Mont’ ha saputo coinvolgere una trentina di entusiasti partecipanti, che all’hotel Park Oasi di Piano d’Arta Terme hanno imparato a riconoscere, raccogliere, cucinare e gustare le erbe spontanee di alta e bassa quota, preziosa (e deliziosa!) risorsa del territorio. Un alleato per assicurare ai piatti un tocco magico in più, rendendo un pranzo o una cena indimenticabile non soltanto per se stessi, ma anche per i commensali.

RedazioneERBE SPONTANEE, UNA GRANDE RISORSA PER FAR CONOSCERE IL TERRITORIO. PAROLA DI ‘GIGI VERDURA’ E DEL PRESIDIO SLOW FOOD ‘RADIC DI MONT’
Leggi tutto...

FORUM MONTAGNA, IL FRIULI? POCO CONOSCIUTO NEL MONDO. LE ECCELLENZE FOOD AND BEVERAGE POSSONO FARE DA PORTABANDIERA

‘Il Friuli Venezia Giulia è una terra meravigliosa, ha tutto, da un punto di vista naturale: mare. montagna, collina. Così come prodotti agroalimentari unici nel mondo: prosciutto, frico, solo per fare alcuni esempi. Senza dimenticare i vini: fra i migliori a livello internazionale. Però, c’è un però: in pochissimi, nel mondo, conoscono questa regione e le sue peculiarità. Ed in un periodo storico in cui, è necessario, farsi conoscere, da un punto di vista dello stimolo alla produzione, ed alla commercializzazione dei prodotti, diventa stringente fare sistema. Unirsi, per fare conoscere il meglio delle nostre, come italiani, vostre, come friulani, produzioni’. Ad affermarlo è Andrea Rasca (nella foto), inventore di Mercato Metropolitano: una piattaforma fisica di commercio di prodotti food and beverage italiani, oltre che di artigianalità di estremo successo. Si trova a Londra: una sorta di grande mercato (5mila metri quadrati), dove fare ‘un’esperienza’ del Made in Italy, di qualità e non solo (il 60% dei prodotti proposti da Mercato Metropolitano sono italiani, il 40% internazionali). ‘Le persone oggi, desiderano, oltre che acquistare un prodotto piuttosto che un altro, fare e vivere un’esperienza a tutto tondo. Deve rimanere loro un qualcosa in più: capire come quella cosa viene realizzata, perché, la storia che c’è dietro. Del territorio dove nasce’ continua Rasca che, solo nel 2017, nel suo Mercato Metropolitano di Londra ha avuto 2 milioni di visitatori, con un volume di affari previsto per questo anno in corso di 15 milioni di sterline.

‘Facciamo sistema, squadra: non è possibile che io non riesca a trovare un Frico, o un prosciutto, da proporre sulla mia piattaforma. Nessun rappresentante o ente, o produttore, è mai venuto a trovarmi. Cosa che invece avviene dalle altre regioni. Ma non dal Friuli Venezia Giulia, così come accade anche con la Calabria. Penso sia arrivato il momento di dire come stanno le cose. In un momento in cui la velocità con cui si dedica e si fa, nel mondo, è vertiginosa. E’ pericoloso non rimanere al passo, a livello di competitività economica nazionale, ma anche regionale’ conclude Rasca. L’intervento dell’imprenditore, giunto da Londra ad hoc, ha innescato reazioni dal pubblico presente, che si è chiesto perché il Friuli Venezia Giulia, subisce questa scarsa propensione a far parlare di sé nel mondo, con le sue eccellenze, nonostante abbia tutte le carte in regola per poterlo fare.

E’ quanto emerso oggi al Forum dedicato alla montagna friulana, dal titolo: “L’economia della montagna friulana – Una sfida possibile”, che si è tenuto presso la sede di Innova Fvg ad Amaro. L’appuntamento è giunto alla quarta edizione, e mai come quest’anno ha voluto inviare messaggi forti e pragmatici.

L’evento è promosso dal Rotary Club tolmezzino, assieme a quelli di Tarvisio, Gemona e Friuli Collinare e Maniago – Spilimbergo, in collaborazione con Innova Fvge Carnia Industrial Park nonché il sostegno, tra gli altri, di Eurotech.

RedazioneFORUM MONTAGNA, IL FRIULI? POCO CONOSCIUTO NEL MONDO. LE ECCELLENZE FOOD AND BEVERAGE POSSONO FARE DA PORTABANDIERA
Leggi tutto...

IN CARNIA, LA LATTERIA DI OVARO SVILUPPA IL SUO STABILIMENTO

Cresce ancora la Latteria di Ovaro. Il caseificio carnico, che sorge nella frazione di Luincis e distribuisce i prodotti con il marchio Artelattefacente parte del Gruppo Pezzettadi Fagagna (Udine), si prepara ad ampliare in maniera significativa il suo stabilimento. A breve, infatti, partiranno i lavori per la costruzione di una nuova ala da circa 1.200 metri quadrati, che porteranno il totale della sede a oltre 2.000 mq.

RedazioneIN CARNIA, LA LATTERIA DI OVARO SVILUPPA IL SUO STABILIMENTO
Leggi tutto...